Follie per il Visto

Rieccomi….

Come tutti ben sapete per entrare negli USA, specialmente per viverci un anno, è necessario un visto (per noi exchange in questo caso un visto da studenti).

Caso (o meglio chiamarla sfiga) ha voluto che proprio quest’anno i sistemi andassero in tilt, quindi per tutto il mese di giugno le ambasciate sono state impossibilitate a rilasciare visti.

Ovviamente il mio appuntamento era previsto per il 21 giugno ed è stato quindi cancellato.

Nessuno si è fatto più sentire per settimane, senonchè il 7 luglio è arrivata una busta dalla wep per richiedere l’appuntamento in consolato, con tutti i documenti pronti.

Dopo un pomeriggio intero passato a completare i moduli online, che guarda un po’ non funzionavano bene proprio quel giorno, ho sottoscritto la richiesta, ma sono necessari tre ulteriori giorni per prenotare un appuntamento.

Il giorno seguente è arrivata una chiamata da Serena di Wep, la quale si diceva molto preoccupata del fatto che non avessi ancora un appuntamento per il visto, dato che la mia partenza era prevista per il 2 agosto….. Ho dovuto trattenermi per non insultarla, dato che LORO si erano presi tutto il tempo che gli servisse per inviarmi i documenti, e solo  il giorno dopo che io li avevo ricevuti loro si sono resi conto che il tempo stava stringendo.

Nonostante tutto, tre giorni dopo sono riuscito a prenotare un appuntamento per il 24 luglio, ma non senza difficoltà: non si sa perchè ma quella simpatica persona che ha compilato il mio DS2019(il modulo che attesta che noi siamo li come studenti) ha sbagliato le mie date di permanenza, posticipando di 10 giorni quella di arrivo e anticipando di 10 quella di ritorno. In consolato quindi, vedendo quelle date, continuavano ad insistere sul fatto che non avessi urgenza immediata di un appuntamento. Dopo qualche preghiera e qualche menzogna, sono riuscito a convincerli a darmi quell’appuntamento.

……………………………………………………….24 luglio……………………………………………………………………………..

L’appuntamento sembra essere andato bene, apparte l’ora di ritardo sull’ingresso, mi sono stati richiesti i documenti, si sono tenuti il passaporto su cui il visto sarebbe stato incollato e ho dovuto sostenere un piccolo colloquio con un’assistente del console, gentilissima, che mi ha assicurato che il visto sarebbe arrivato presto.

……………………………………………………..27 luglio…………………………………………………………………………

Il visto arriva a casa, ma , nel controllare i documenti mi accorgo che il console si è distrattamente scordato di firmarmi il Modulo DS2019 (guardacaso sempre lui). Inizia quindi un’odissea di due ore, tra le 7 e le 9 di sera, nelle quali, cercando di chiamare la Wep in tutti i modi sono riuscito a trovare il numero di emergenza, ma nemmeno da quello ho avuto risposte, dato che è una persona che lavora fuori dagli uffici.

In un ultimo disperato tentativo, dato che un’amica sarebbe andata a fare il visto l’indomani, ho dato a lei il modulo ed il mio visto, sperando che a Roma lo firmassero.

Il giorno seguente, tra una chiamata e l’altra della Wep che era in allarme generale,  ho ricevuto la chiamata dalla mia amica, che, dopo avermi fatto la beffa per farsi due risate, mi ha confermato che avevano firmato il modulo, ringraziandola tanto dato che quella firma è di fondamentale importanza ( ma guardacaso se ne erano scordati ).

Quindi, non senza patemi, anche il visto era pronto. Mancavano solo le valigie e qualche giorno sul calendario…..

Nella prossima puntata la partenza ed il ministay!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...